Busch & Müller

Illuminazione, un mondo di Tecnologia

IQ-TEC vs IQ-Premium

Il settore dell’illuminazione per Bicicletta, negli ultimi anni ha subito una grossa trasformazione tecnologica. L’introduzione di differenti forme di alimentazione elettrica ha portato una specializzazione nel settore.  

Ora possiamo decidere di acquistare fari e retro_fari alimentati a, Dinamo (tradizionale), Dinamo (a Mozzo), batterie interne, batterie esterne e naturalmente dalla batteria della nostra E-Bike.

Busch + Müller ( B + M ), da sempre uno dei maggiori player internazionali in campo di illuminazione, ha sviluppato una serie di fari e retro_fari adatti per ogni tipo di alimentazione. Soprattutto ha applicato tutta la sua conoscenza in campo ottico ed elettronico a tali prodotti.

La gamma ha dotazioni nuove e particolari. Funzionalità studiate in base alle più importanti esigenze del ciclista, qui di seguito le principali:

  • Tecnologia IQ, nuova metodologia costruttiva del fanale. La posizione della sorgente luminosa e parabola per una migliore visibilità. Per un maggiore approfondimento consultate il nostro precedente articolo POTENZA!!!…MA NE ABBIAMO PROPRIO BISOGNO?
  • Licht24, è una tecnologia applicata al fanale frontale. Per chi vuole essere visto e vedere H24. Qui l’articolo completo LICHT24
  • LineTec + Brake Tec, sono 2 tecnologie applicate al retro_fanale. LiteTec per essere meglio visti dal retro e Brake Tec per accendere la luce posteriore come il fanale di Stop delle auto/moto. Ma senza collegamento all’impianto frenante. Le 2 tecnologie sono spiegate nell’Articolo LineTec + BrakeTec.
  • Standlight, pratica ed utilissima funzione che permette a tutta la fanaleria della bicicletta di stare accesi, anche a mezzo fermo, per qualche minuto. Il trucco svelato nell’articolo STANDLIGHT E…

Consulta i singoli prodotti B + M direttamente nel nostro B2B 

Standlight e…

Light at close range (Luce a distanza ravvicinata)

Per una guida sicura, è importante poter vedere la strada direttamente davanti alla bicicletta. Dossi o buche sulla strada possono essere visti meglio se questa zona è illuminata. In modo da poter aggirare con una sterzata breve e intuitiva l’ostacolo. Durante l’oscurità, questo è possibile solo se l’area compresa tra uno e quattro metri davanti alla bicicletta è illuminata in modo brillante e omogeneo. Soggettivamente, la luce a distanza ravvicinata dev’essere maggiore se la guida è lenta, perché l’equilibrio di una persona può essere più facilmente influenzato da ostacoli.

Con luce a distanza ravvicinata” si vuol significare che il campo luminoso emesso dai nostri fari inizia direttamente un metro davanti alla bicicletta.

Sensor automatic /sensore automatico)

„Sensore automatico“ di solito significa che il faro si attiva automaticamente quando si pedala durante il tramonto o l’oscurità e si spegne quando esposto alla luce del giorno. Per questa funzione è necessaria una fornitura continua di energia tramite una dinamo a mozzo. Affinché il faro non reagisca erroneamente ai fari dell’auto, il sensore funziona con un ritardo.

Nei fari dotati di luce di marcia diurna, il sensore passa automaticamente dalla modalità giorno a quella notte.

Standlight (luce di stazionamento)

Questa innovazione presentata da Busch + Müller negli anni Novanta è diventata uno standard di sicurezza. L’affisso “più” significa che il prodotto è dotato di luce di posizione. Per questa funzione, non sono necessarie batterie. Funziona in questo modo: non appena la bicicletta si ferma, il fanale anteriore è alimentato da un condensatore che non richiede manutenzione. Questo condensatore viene caricato durante il viaggio.

A proposito: la funzione Standlight di un faro LUMOTEC può brillare per diversi minuti. Pertanto, il faro di molti fari IQ può essere disattivato manualmente, in modo da non attirare i ladri verso una bicicletta parcheggiata.

LineTec + BrakeTec

Fanale posteriore

Linetec. Luce spaziale.
Quando una luce posteriore brilla solo come un singolo punto di luce, altri partecipanti al traffico che si avvicinano alla bicicletta di notte da dietro possono stimare la distanza solo in modo inadeguato. Questo cambia quando la luce posteriore diventa una larga striscia di luce: ora la distanza può essere percepita in modo molto più accurato, perché la striscia di luce emette una “luce spaziale” nel buio “senza spazio”. Questa speciale tecnologia che crea una striscia di luce omogenea da un LED ad alta potenza si chiama LineTec.

Infografica LineTec

Spiegazione della tecnologia LineTec

 

BrakeTec. Funzione luce freno.
Ovviamente i veicoli a motore segnalano una frenata a chi è dietro noi  nel traffico con una luce rossa e brillante. Tale “funzione luce freno” è ora disponibile anche per le biciclette. La tecnologia BrakeTec è integrata nella luce posteriore. Tuttavia, non è necessario stabilire alcun collegamento ai freni. Sostituisci semplicemente la luce posteriore esistente con una luce posteriore BrakeTec.

La nuova funzione è approvata dalla normativa tedesca sulla circolazione stradale. Funziona così, a condizione che il sistema di illuminazione (dinamo) sia acceso: un processore all’interno della luce posteriore analizza i segnali della dinamo. Se la velocità diminuisce in modo significativo, il processore registra la decelerazione e la luce posteriore pulsa in modo evidente e molto luminoso. La funzione di avviso di BrakeTec si armonizza idealmente in connessione con LineTec, in modo che una striscia larga si illumini. BrakeTec è un’innovazione di Busch + Müller.

 

 

Licht24

 

Funzione licht24

 

Spiegazione della funzione LICHT24 di B+M. traduzione diretta dal sito di B+M

Luce di marcia diurna. Meglio vedere e essere visti.
Per le biciclette – meno evidente nel traffico per natura – la luce di marcia diurna è un vantaggio sostanziale. LICHT24, la luce di marcia diurna di Busch + Müller, è la soluzione ideale.

I LED di segnalazione aggiuntivi brillano verso l’alto e generano la massima visibilità. La luce di guida “normale” è focalizzata sulla strada e limitata dal suo confine chiaro / scuro chiaramente definito per evitare l’abbagliamento del traffico in arrivo.

LICHT24 giorno

 

Giorno e notte
Quando un faro con LICHT24 è acceso, brilla sempre, di giorno e di notte. LICHT24 ha una modalità giorno e una modalità notte. Non appena il sensore integrato viene attivato, passa automaticamente da una modalità all’altra. LICHT24 è approvato dal regolamento stradale tedesco. La modalità giorno può essere utilizzata anche di notte perché il LED principale è sempre attivo.

LICHT24 giorno notte

 

 

Video di esempio per LICHT24 di B+M

Illuminare e ricaricare

Faretto Space con Powerbank

 

 

Illuminare e ricaricare sembra essere uno dei problemi principali al giorno d’oggi per chi usa abitualmente la bicicletta.

Esistono molte soluzioni per poter avere questa doppia funzione:

  • mozzo a dinamo collegato ad un inverter.
  • faretto con batterie ricaricabili e powerbank

Oppure il nuovo faretto SPACE di B + M , potente con 150lux e 4000mhA (di cui 1000 riservati sempre per la luce) con funzionalità PowerBank.

L’utilità di questo prodotto sta nella possibilità di avere un forte potenza di illuminazione, caratterizzata dai Lux ben 150 e la costruzione della parabola riflettente, che amplifica e direziona il raggio.

In aggiunta il faretto è capace di alimentare dispositivi USB, sfruttando fino a 3000mhA (dei 4000 disponibili). Potranno dunque essere connessi Smartphone, GPS e quant’altro.

 

Faretto Space con PowerBank

 

La durata, senza ricarica di dispositivi esterni e sempre al massimo della luminosità, che ricordiamo è di 150Lux, è di circa 2 ore. Ma lo SPACE è dotato di un selettore di intensità, che permette l’utilizzo del faretto anche fino a 30 ore (con 10Lux).

Durante la normale marcia, ovvero senza dispositivi connessi per la ricarica, lo SPACE è a prova di spruzzo e acqua piovana.

Tutte le indicazioni sul tempo residuo o di ricarica più funzione orologio sono indicate nel comodo display a luce blu.

 

Perchè avere 2 oggetti quando 1 riesce a fare un ottimo lavoro? SPACE

 

 

Potenza!!! …ma ne abbiamo proprio bisogno?

Confronto tra IQ-TEC

Confronto tra IQ-TEC e Tecnologia convenzionale

Quando ci si appresta ad acquistare un fanale per bicicletta le domande sono sempre 2, “che potenza ha? e quanto dura la batteria?”.  Probabilmente tra le 2, la più legittima è la seconda, in effetti se facciamo ampio uso del faro, la durata della batteria è importante, ma è comunque correlata alla potenza del faro e della conseguente quantità di energia richiesta.
_
Ecco che arriviamo al titolo dell’articolo, “ Potenza!!! …ma ne abbiamo proprio bisogno? “, NO se durante l’acquisto del faro consideriamo anche altri fattori, come l’utilizzo che ne andremo a fare e soprattutto la metodologia costruttiva della parabola illuminante. E’ bene ricordare infatti, che i leds sono solo la Sorgente luminosa, ma è la parabola e gli specchi che la compongono, che propagano il fascio luminoso nella direzione voluta.
_
Sicuramente se il faro viene acquistato per un utilizzo urbano, sarebbe utile avere un fanale ad ampio raggio che irraggi anche verso l’alto (da una seconda sorgente luminosa) per poter essere visti sempre, anche di giorno, un po’ come avviene per le versioni LIGHT24 di B+M,  L’utilizzo notturno off-road invece, tenderà a prediligere la profondità di campo, ma anche l’illuminazione in prossimità del pneumatico, come nelle serie IQ – IQ2 e IQ Premium sempre di B+M.
_
Per evidenziare un po’ meglio il discorso dell’importanza della costruzione del faro, utilizziamo questo interessante articolo tecnico di B + M
Copyright by B+ M
Tecnologia IQ: la rivoluzione della luce per le biciclette
Tecnologia convenzionale.
Una fonte di luce si trova al centro del riflettore. Il risultato: luce parassita e perdita di efficienza.

IQ-Technology. Nient’altro che luce.

Il nucleo di IQ-TEC è l’idea rivoluzionaria di non utilizzare un LED ad alto rendimento come sorgente di luce indiretta. La superficie riflettente completa viene utilizzata per mettere a fuoco e guidare la luce. Se si guarda nel riflettore di un faro IQ, si vede solo la superficie metallizzata. Una volta acceso il faro, ciò che prende il suo posto è “nient’altro che luce”. Dal 2007, la nostra innovazione viene continuamente sviluppata ulteriormente.

IQ2-TEC e IQ-TEC PREMIUM

Lo stato dell’arte sono “IQ2-TEC” e “IQ-TEC PREMIUM”. Rispetto alle prime generazioni di IQ, le nuove versioni IQ-TEC offrono il doppio dell’emissione luminosa e un campo di luce quasi doppio, molto ampio. Chiunque pedala con un faro IQ-TEC di notte, non vorrà più fare a meno di questa esperienza leggera.

IQ-TEC vs IQ-Premium

Grafico che evidenzia la distribuzione del fascio di luce della tecnologia IQ-TEC con 60 Lux

Archivi